MENU
 

Un’interazione intelligente

20.06.2014
Senza reti energetiche “intelligenti” (smart grid), lo sfruttamento efficace dell’energia rinnovabile sarebbe impensabile. Il motivo è semplice: sole, aria e acqua non sono risorse sempre disponibili o lo sono in misura limitata, mentre un fornitore di energia deve poter fare affidamento su una produzione costante e affidabile.

La stretta interazione tra clienti, aziende fornitrici e produttori è pertanto il requisito per lo sviluppo di “reti” intelligenti e per lo
sfruttamento dei relativi vantaggi economici. L’Italia ha creato le condizioni in tal senso e, in Alto Adige, famiglie e imprese dispongono già oggi di contatori “intelligenti”. Un progetto innovativo, promosso dalla Provincia Autonoma di Bolzano e riconosciuto in Europa, si è spinto oltre, testando a livello sperimentale una gestione energetica aziendale e l’impiego di modelli previsionali basati sull’“intelligenza artificiale”, così da migliorare lo sfruttamento delle reti locali. In base al motto “cooperazione anziché confronto-scontro”, Unione Energia Alto Adige sta ora portando avanti quest’iniziativa, chiamata appunto “Smart Grid”, insieme ai due partner Syneco Srl e Azienda Energetica Reti Spa.



 
 
Torna all'elenco