Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Comunicato stampa 18.09.2015 - Teleriscaldamento: L'impianto mobile

SEV è sempre all’avanguardia nello sviluppo di nuove procedure tecniche e soluzioni su misura. Se in una centrale scoppia un incendio, l’operatività è bloccata da un guasto tecnico o la fornitura interrotta a causa di una calamità naturale, l’approvvigionamento energetico alla popolazione dev’essere comunque garantito. Per questo, in collaborazione con l’azienda tedesca Mobilheat, SEV ha stipulato, a beneficio delle centrali di teleriscaldamento altoatesine, un’innovativa garanzia dai guasti, che prevede il ripristino della fornitura energetica attraverso un impianto mobile entro 24 ore (per centrali con una potenza di due Megawatt) o 48 ore (per centrali con una potenza fino a sei Megawatt).

A partire dal 1° ottobre, un gruppo termico mobile, collocato all’interno di un container standard e comodamente trasportabile su un autocarro, stazionerà in Alto Adige; in caso di bisogno, quest’unità potrà essere integrata con altri elementi. Oggi, quest’innovativo impianto mobile è stato presentato a Dobbiaco, dove si è tenuto anche una prima dimostrazione pratica.

SEV percorre così, per l’ennesima volta, nuove strade: questa garanzia dai guasti, tarata sulle esigenze degli impianti di
teleriscaldamento altoatesini, è unica in tutto l’arco alpino. I dettagli tecnici dell’accordo sono stati definiti da SEV in stretta collaborazione con le centrali locali. Poiché già numerose aziende altoatesine hanno aderito a questo progetto, è stato possibile “spuntare” condizioni vantaggiose per i soci.  Questo tipo di “assicurazione” è possibile solo a livello solidaristico, poiché i relativi costi non sarebbero sostenibili da un’unica centrale.

In tal modo, l’approvvigionamento è assicurato durante tutto l’arco dell’anno, a beneficio soprattutto di strutture come case di riposo, scuole e ospedali. Non meraviglia che, allettati dal concetto di “calore sicuro”, diversi gestori d’impianti austriaci e trentini abbiano manifestato interesse per questo progetto. Durante la dimostrazione test a Dobbiaco, oltre al direttore di SEV Rudi Rienzner e al presidente Hanspeter Fuchs, erano presenti il presidente della Federazione italiana produttori di energia da fonti rinnovabili, Walter Righini, il direttore della soc. coop. Salzburger Erneuerbarer Energien GenmbH (SEEGEN), Mathias Göllner, e Gerhard Löffler del governo regionale del Land Salisburgo.




 
 
Torna all'elenco