Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Comunicato Stampa 17.07.2014 - incontro a Ministero dell’Ambiente

Teleriscaldamento a biomasse, orientamento strategico della legislazione nazionale in materia energetica e panoramica della situazione locale: questi i principali temi affrontati dalla delegazione SEV nel corso di una riunione a Roma con Silvia Velo, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente.

Sin dalla sua fondazione, Unione Energia Alto Adige (SEV) è attivamente impegnata a tutelare gli interessi dei propri soci, in Alto Adige come a Bruxelles, ma anche in un costante dialogo con la burocrazia ministeriale romana. Ieri sera, una delegazione composta da esponenti SEV e politici locali ha incontrato a Roma Silvia Velo, sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente, per un ampio e amichevole scambio di vedute. Il vertice ai massimi livelli era stato organizzato da Unione Energia Alto Adige insieme al deputato SVP Albrecht Plangger. Tra i presenti figuravano il presidente di SEV Hanspeter Fuchs, il suo vice Georg Wunderer e il direttore Rudi Rienzner, Albrecht Plangger oltre al presidente della Federazione italiana produttori di energia da fonti rinnovabili (FIPER), Walter Righini.

La FIPER rappresenta 86 centrali italiane di teleriscaldamento a biomasse, la maggior parte delle quali ubicata in Alto Adige. L’ulteriore sviluppo e la promozione di un approvvigionamento sostenibile attraverso il teleriscaldamento sono stati tra i principali punti all’ordine del giorno nell’incontro di ieri. In base a posizione geografica e condizioni climatiche, 801 comuni situati in aree montane del nord e del centro Italia, non allacciati alla rete di gas metano, hanno potuto sostituire i combustibili d’origine fossile con il calore generato da sistemi ecocompatibili, sfruttando le risorse energetiche disponibili in loco. La delegazione di SEV si è, pertanto, impegnata a favore di un ampliamento dell’approvvigionamento mediante teleriscaldamento, per la promozione degli incentivi fiscali e per un’adeguata legislazione in materia. Durante la riunione, si è parlato anche del variegato panorama della nostra provincia, delle grandi derivazioni d’acqua e dell’orientamento strategico della politica energetica nazionale.
 
 
Torna all'elenco