Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Un’opportunità per l’Alto Adige

19.03.2014
In Alto Adige, la svolta energetica è iniziata già da tempo e questo dato di fatto è riconosciuto anche al di là dei confini provinciali. “Potenzialità future nell’arco alpino: un’opportunità per l’Alto Adige” è il tema su cui il presidente del Forum Europeo Alpbach, Franz Fischler, interverrà all’assemblea generale di Unione Energia Alto Adige (SEV) il 16 aprile.

 Lo scorso 7 febbraio, Fischler aveva invitato a Monaco, in occasione del “Forum Energia Alpbach”, i responsabili decisionali del mondo della politica, dell’economia e della scienza (tra cui alcuni esponenti di SEV), al fine di sviluppare una visione condivisa per un approvvigionamento energetico all’insegna della sostenibilità nei Paesi alpini. Questo dibattito prosegue ora a Bolzano: al motto di “Energia altoatesina, pilastri del futuro”, gli esperti convenuti all’assemblea di SEV presso il Museion avranno l’opportunità di discutere insieme sulla definizione del panorama energetico provinciale.

Unione Energia Alto Adige aveva già presentato le sue proposte in materia nel 2013 (“La seconda via”), oltre ad avere affidato
all’agenzia di consulenza Pöyry l’incarico di compiere un’indagine sulla situazione attuale. Infatti, solo chi conosce con precisione fatti e tendenze può dare un valido contributo alla costruzione del futuro. Le opportunità per
l’Alto Adige sono molteplici: basta saperle sfruttare.
 
 
Torna all'elenco