Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Un’interazione intelligente

20.06.2014
Senza reti energetiche “intelligenti” (smart grid), lo sfruttamento efficace dell’energia rinnovabile sarebbe impensabile. Il motivo è semplice: sole, aria e acqua non sono risorse sempre disponibili o lo sono in misura limitata, mentre un fornitore di energia deve poter fare affidamento su una produzione costante e affidabile.

La stretta interazione tra clienti, aziende fornitrici e produttori è pertanto il requisito per lo sviluppo di “reti” intelligenti e per lo
sfruttamento dei relativi vantaggi economici. L’Italia ha creato le condizioni in tal senso e, in Alto Adige, famiglie e imprese dispongono già oggi di contatori “intelligenti”. Un progetto innovativo, promosso dalla Provincia Autonoma di Bolzano e riconosciuto in Europa, si è spinto oltre, testando a livello sperimentale una gestione energetica aziendale e l’impiego di modelli previsionali basati sull’“intelligenza artificiale”, così da migliorare lo sfruttamento delle reti locali. In base al motto “cooperazione anziché confronto-scontro”, Unione Energia Alto Adige sta ora portando avanti quest’iniziativa, chiamata appunto “Smart Grid”, insieme ai due partner Syneco Srl e Azienda Energetica Reti Spa.



 
 
Torna all'elenco