Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Obiettivo 2016

09.05.2014
Come farà l’industria energetica altoatesina ad affrontare le sfide future? Alcune risposte sono contenute nell’“Analisi dell’approvvigionamento energetico cooperativo in Alto Adige nell’ambito del contesto europeo”, condotta dall’agenzia
di consulenza Pöyry su commissione di Unione Energia Alto Adige.

In base allo scenario delineato da Pöyry per il 2016, il mercato sarà dominato da due soggetti, SEL Spa e Azienda Energetica (AEW), affiancati anche da un pool composto da imprese di piccole e medie dimensioni, aziende municipalizzate e cooperative, oltre alla presenza di progetti di cooperazione aperti a tutti i player altoatesini.

Le aziende locali fornitrici di energia potrebbero, con differenti modalità, avvalersi di una piattaforma operante a livello provinciale, in grado di offrire pacchetti di servizi sviluppati in base al fabbisogno, come ad esempio il trasferimento di know-how innovativo. Ciò conferma, per l’ennesima volta, la validità dell’orientamento strategico di Unione Energia Alto Adige: SEV intende, infatti, sviluppare ulteriormente la sua posizione di azienda di servizi a 360 gradi, nell’interesse dell’economia locale e di tutti i consumatori altoatesini.
 
 
Torna all'elenco