Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
MENU
 

Il legno ha futuro

11.11.2015
Con i rappresentanti di agricoltori, artigiani, imprenditori e settore energetico  - tra cui anche il direttore del SEV Rudi Rienzner - l'assessore provinciale Arnold Schuler ha firmato  a Bolzano la "Charta del legno". Si tratta "di lavorare assieme con misure che promuovano ulteriormente questa preziosa risorsa dal grande significato anche economico", ha detto Schuler.

Il 50% del paesaggio altoatesino è coperto da boschi, e il 60% del patrimonio forestale è bosco che svolge funzioni di protezione, importante anche per la tutela del clima e come zona ricreativa. Oltre a queste caratteristiche specifiche, a Palazzo Widmann l'assessore Schuler ha ricordato che ogni anno vengono lavorati 650mila metri cubi di legno da aziende locali che assicurano anche molti posti di lavoro. "Tutti gli attori della filiera del legno lavorano ora in uno specifico tavolo tecnico, unendo le forze e sviluppando nuove idee e azioni per promuovere il legno in modo sostenibile in Alto Adige." Il legno può diventare un marchio distintivo dell'Alto Adige e allo scopo è fondamentale anche la formazione nelle scuole professionali. Schuler ha ringraziato tutte le associazioni economiche partecipanti al "Tavolo del legno" - coordinato da TIS innovation park - e alle iniziative per rafforzarlo.

Nel corso dell'appuntamento è stata sottoscritta la "Charta del legno": la firma al documento comune di intenti ("scolpito" in legno di cirmolo della val Sarentina) è stata apposta dall'assessore Schuler, dal presidente di TIS innovation park Nikolaus Tribus, dal presidente dell'Unione agricoltori Leo Tiefenthaler, da Paolo Bortolotti della sezione legno di Assoimprenditori, Kurt Egger del gruppo di mestiere legno nell'Associazione artigiani, Rudi Rienzner di Unione energia Alto Adige e Hansjörg Prast di IDM Alto Adige.
 
 
 
 
Torna all'elenco